Imprese di Valori ai Sodalitas Social Award 2009 con il progetto “Il Festival fa scuola”

Il pool di aziende a sostegno del Festival Biblico 2008 si è candidato al Sodalitas Social Award 2009, presentando il progetto di partnership nella comunità “Il Festival fa scuola”.

Attribuito annualmente dalla Fondazione Sodalitas ai migliori progetti di Responsabilità Sociale d’Impresa, il premio rappresenta un importante riconoscimento (avallato anche dal Presidente della Repubblica) di concreto impegno nel sociale, attraverso lo sviluppo di comportamenti etici e l’applicazione di valori dichiarati.

Il pool, nato nel 2007 grazie alla convinta partecipazione di alcuni soggetti economici del territorio veneto e oggi costituito da 10 importanti realtà – Fiera di Vicenza, Galvanin, Itersan, Latterie Vicentine, Pedrollo, Telemar, Il Giornale di Vicenza, il Caf delle Acli, Confartigianato provinciale e Banca Popolare di Verona – ha scommesso con fiducia sul valore culturale e sociale della manifestazione Festival Biblico, lanciando un importante progetto per l’edizione 2009.

In accordo con l’Assessorato all’Istruzione della Provincia di Vicenza e coinvolgendo alcuni istituti cittadini, è partito infatti “Il Festival fa scuola”: un ciclo di stage formativi per studenti di scuole superiori e centri di formazione professionale del territorio. Nell’anno in corso – 2008/2009 – gli aspetti legati al turismo (promozione e accoglienza), alla multimedialità ed alla gastronomia, previsti all’interno della manifestazione, sono oggetto di studio grazie ad un gruppo di lavoro con referenti del Festival, esperti e docenti. L’obiettivo è sviluppare le abilità professionali degli studenti in vista di un loro futuro inserimento nel mondo del lavoro, che troveranno concreta applicazione in occasione della prossima edizione dell’evento, che si svolgerà a fine anno scolastico (dal 29 maggio al 2 giugno 2009). Un’esperienza a 360°: dalla fase progettuale e di studio all’elaborazione di possibili azioni mirate, fino alla loro implementazione nella pratica. Ma soprattutto una vera partnership di comunità, dove profit, nonprofit, pubblica amministrazione e scuola si raccolgono attorno ad un evento culturale e generano benefici per il territorio investendo nella formazione dei futuri lavoratori.

Leggi l’estratto dal Libro d’Oro (884 kb)